21/02/12

Beauty farm per bambine: e se le lasciassimo essere bambine?


Lo scorso anno,su un canale satellitare davano le puntate di un programma americano che aveva per protagoniste delle bambine che concorrevano per le selezioni di Miss America.Le piccole venivano sottoposte ad ogni genere di trattamento estetico prima di accedere alla passerella. E ad occuparsi del loro look erano le mamme: le portavano a mettere unghie finte,a fare docce o docce-spray abbronzanti,colpi di sole e, last but not least,a pochi minuti dalla gara le mascheravano loro stesse con un make-up pesante che ne cambiava i delicati connotati del volto.Le intristivano tremendamente,costrette in abiti da fatine provocanti, applaudite dai parenti mentre sculettavano come baby-soubrette.Ne vidi un paio di puntate perché volevo sapere fin dove potessero spingersi quelle madri. Quanto fossero disposte a rapinare le figlie per pareggiare il conto con le sconfitte delle loro vite.

Ora sono venuta a sapere che nell'emancipato nord Italia stanno aprendo beauty-farm per bambine,dove le piccole italiane potranno avere coniglietti ed orsetti sulle unghie, glitter ovunque,concedersi il relax di uno shampoo fatto da mani sapienti,non da quelle, ahimé, a volte frettolose di noi mamme. Senza tralasciare che qui, nella provincia marchigiana, si cominciano a contare parecchie bimbe con le scarpe taccate,visto che una nota marca di calzature del settore ha prodotto un'imitazione delle ben più note Louboutin create dal mago francese della calzatura femminile per Suri,la figlia delle star hollywoodiane Tom Cruise e Katy Holmes.Tutti questi fenomeni sono gravi. Io,da mamma di una femmina di 2 anni e 3 mesi faccio spesso dei mea culpa perché quando si tratta di lei,non so trattenermi: tutto quello che indossa deve essere abbinato,alla moda,deve avere i legging jeansati, la camicia-body,gli stivaletti di quella marca, il berretto di quell'altra,il piumino di quell'altra ancora e so che ora a lei non importa,basta che stia comoda e si diverta,anche se,purtroppo,inizia ad importarle perché da qualche tempo vuole avere voce in capitolo e stamattina,quando il padre le stava infilando il golfino portato solo per un'ora,ieri,ha urlato: -No,questo no,è vecchio! Mi chiedo cosa spinga me,una ragazza molto naturale,a.....a volere che mia figlia abbia tutto questo.

E' una forma di esibizionismo,suppongo. E così sorgono questi istituti di bellezza under 12, l'abbigliamento per bambini è più costoso di quello per adulti....e non siamo noi che ci adattiamo al mercato ma il mercato che si adatta a noi!Mala tempora currunt,lasciamo alle nostre bambine il diritto di essere bambine,senza forzarle ad avere esigenze che non hanno da donne che non sono!

1 commento:

  1. non ci posso credere, ditemi che non è vero!

    RispondiElimina