30/04/12

Un occhio sul mondo 4: a un anno dalla morte di Osama


Intorno ci sono solo pozzanghere, detriti e macerie. Ma in quel luogo lì, una volta, era concentrata l’essenza del terrore, di quel terrorismo islamico che in questi anni ha mietuto vittime per una cattiva interpretazione del Corano. Un occhio sul mondo questa settimana vi ha portato ad Abbottabad, Pakistan del nord Ovest, cinquanta chilometri a nord di Islamabad.
 Dietro Anum, una bambina pachistana di appena sei anni, c’è quello che rimane del compound di Osama bin Laden, lo sceicco del terrore e leader di Al-Qaeda, ucciso dai Navy Seals statunitensi il 2 maggio 2011.   

E nonostante sia passato un anno ancora molte sono le teorie sulle conseguenze della sua morte di analisti politici ed esperti di terrorismo internazionale. La morte di Bin Laden è stata un bene per l’umanità o dobbiamo aspettarci la violenta reazione del mondo islamico? Un rebus che per il momento nessuno è ancora riuscito a risolvere. Quel che certo è che il mondo intero non deve mai abbassare la guardia di fronte alle minacce del terrorismo islamico. 

1 commento:

  1. New Diet Taps into Pioneering Concept to Help Dieters Lose 15 Pounds in Only 21 Days!

    RispondiElimina